comeAderire

Il progetto Le Stelle Blu del Mediterraneo mira a far emergere la qualità ambientale dei porti turistici italiani e vuole costituire uno stimolo presso le Direzioni dei Porti, finalizzata a migliorare la sensibilità verso i temi di difesa dell’Ambiente, avendo l’ambizione di diventare un valido punto di riferimento relativamente al turismo nautico.
L’obiettivo principale del progetto è quello di portare ad una conduzione sostenibile le strutture portuali attraverso una serie di indicazioni che mettono alla base delle scelte gestionali l’attenzione e la cura per l’Ambiente.
I criteri del progetto vengono aggiornati periodicamente in modo tale da spingere gli Enti gestori, i Comuni, le Società o i privati partecipanti, ad impegnarsi per risolvere e migliorare nel tempo, le problematiche relative alla gestione dell’approdo al fine di una attenta salvaguardia dell’ambiente.

regolamento

La valutazione delle auto-candidature, inviate ogni anno e corredate da una idonea documentazione a supporto, avviene attraverso i lavori di una Giuria, all’interno della quale sono presenti rappresentanti di enti istituzionali quali: Ministero delle Attività Agricole e Forestali, Comando Generale delle Capitanerie di Porto, Legambiente, Facoltà di Biologia Marina delle Università di Genova e Barcellona, rappresentanti delle Associazioni dei Porti Turistici, rappresentanti del COBAT che ne condividono il fine e l’approccio metodologico. I criteri seguiti dalla Commissione di Giuria per la valutazione dei porti turistici italiani saranno i seguenti:

  1. Presenza nell’approdo di un’isola ecologica per la pulizia, la predisposizione, la raccolta di oli esausti, materiali inquinanti, tossici e/o pericolosi e relativa segnaletica informativa. I rifiuti devono essere raccolti e smaltiti da una struttura specializzata ed autorizzata.
    Punteggio da 1 a 6.
  2. L'approdo deve essere dotato di contenitori per la raccolta differenziata di rifiuti riciclabili come vetro, alluminio, carta, plastica, rifiuti organici, ecc. I rifiuti devono essere raccolti e smaltiti da una struttura specializzata ed autorizzata.
    Punteggio da 1 a 6.
  3. L'approdo deve essere dotato di cestini e/o contenitori adeguati e ben tenuti per la raccolta dei rifiuti. I rifiuti devono essere raccolti e smaltiti da una struttura specializzata ed autorizzata.
    Punteggio da 1 a 6.
  4. Nell'approdo devono essere disponibili attrezzature per il pompaggio delle acque di sentina.
    Punteggio da 1 a 3.
  5. Nell’approdo devono essere utilizzati mezzi da trasporto elettrici in uso per i servizi portuali.
    Punteggio da 1 a 5.
  6. Nell’approdo deve esserci la presenza di servizi di bike-sharing, car-sharing.
    Punteggio da 1 a 3.
  7. Nell’approdo devono essere utilizzati, nelle varie forme, pannelli fotovoltaici per il risparmio energetico.
    Punteggio da 1 a 6.
  8. Nell’approdo vengono utilizzate altre forme di energie rinnovabili.
    Punteggio da 1 a 6.
  9. Accessibilità all’approdo con percorsi pedonali protetti.
    Punteggio da 1 a 3.
  10. Accessibilità all’approdo con piste ciclabili protette.
    Punteggio da 1 a 3.
  11. Il parcheggio ed il transito veicolare sono vietati all'interno dell'approdo, a meno che non sia in aree specificamente designate.
    Punteggio da 1 a 3.
  12. L'approdo deve essere dotato di strutture e servizi per disabili.
    Punteggio da 1 a 5.
  13. L'approdo deve predisporre di un piano di emergenza in caso di inquinamento, di incendio o per altri tipi di incidenti. Informazioni e precauzioni di sicurezza devono essere affisse nell'approdo.
    Punteggio da 1 a 6.
  14. Rispetto delle norme di cui sopra nei cantieri attorno all’approdo.
    Punteggio da 1 a 5.
  15. Presenza di una progettazione per uno sviluppo futuro dell’approdo che preveda la messa in opera dei punti di cui sopra o il loro potenziamento.
    Punteggio da 1 a 6.
  16. Numero posti barca
    Punteggio da 1 a 6
Al termine della valutazione delle candidature, sulla base della somma dei punteggi raggiunta dai vari approdi ad insindacabile giudizio della Commissione di Giuria, saranno selezionati i primi 30 Porti Virtuosi ai quali verrà assegnato un attestato di Virtuosità Ambientale consistente nella possibilità di insignirsi di un logo appositamente realizzato che l’approdo potrà utilizzare nei modi e nelle forme che meglio riterrà utili per divulgare presso l’utenza il risultato raggiunto (carta intestata, sito internet, cartellonistica, ecc.).
Al primo classificato tra i primi 30 Porti Virtuosi verrà assegnato il titolo di Porto Virtuoso dell’Anno. Al Porto Virtuoso dell’Anno sarà concesso di insignirsi di un logo appositamente realizzato che potrà usare nei modi e nelle forme che meglio riterrà utili per divulgare presso l’utenza il prestigioso risultato raggiunto.
Gli attestati di Virtuosità Ambientale e il titolo di Porto Virtuoso dell’Anno potranno essere utilizzati dai vincitori solo per l’anno di riferimento.
Il logo dell’attestato di Virtuosità Ambientale per i primi 30 Porti Virtuosi sarà di colore acciaio lucido, il logo per il Porto Virtuoso dell’Anno sarà color oro lucido.
Al Porto Virtuoso dell’Anno sarà assegnato un premio, consistente nella installazione e assistenza di un nuovo impianto di pannelli solari idonei a fornire energia pulita alle attività portuali, secondo un Progetto che verrà presentato dal Cobat,e sarà oggetto di una Manifestazione che coinvolgerà l’intera Comunità che vive attorno al Porto.
Il Presente regolamento verrà inviato a tutti i Porti turistici italiani, i quali dovranno rispondere ed inviare la relativa documentazione per poter partecipare al Progetto.
Dopo una prima “scrematura”, un nostro incaricato procederà, in loco, ad una verifica delle informazioni e ad un loro approfondimento.
Al termine della verifica la Giuria procederà alle assegnazioni degli attestati di Virtuosità Ambientale ed al Premio finale di Porto Virtuoso dell’Anno.

Il Progetto

descrizione delprogetto

Le Stelle blu del Mediterraneo sono la conseguente evoluzione del progetto Cobat e il Mare, finalizzato a premiare i porti virtuosi in tema di sostenibilità ambientale, riciclo e risparmio energetico. Nato nel 2014, il progetto ha visto monitorare 146 porti turistici e premiare il 5 giugno 2015 all’Expo il Porto di Villasimius, quale vincitore della prima edizione del concorso, tra i venti porti più virtuosi selezionati.

Leggi tutto

Un Progetto....

....innovativo e di valore, di salvaguardia e tutela dell'ambiente marino, destinato ad avere un grosso impatto nel mondo della diportistica, della nautica e dei porti, che riteniamo importante affrontare anche con le sponsorizzazioni dei nostri principali sostenitori.

Leggi tutto


La nostra APP WAY4PORT

Porta con te la guida ecologica dei porti più BLU di Italia! Scopri i porti ecosostenibili, quelli premiati con le stelle BLU del Mediterraneo, quelli con più servizi, quelli più belli … Quelli che fanno per te!

Leggi tutto




ConosciLa Giuria

image

Enzo Biassoni
Coordinatore del progetto

image

Jacopo Aguzzi
Biologo marino dell’Istituto de Ciències del Mar di Barcellona

image

Sebastiano Venneri
Legambiente

image

Virginia Greco
CERN - Ginevra

image

Corrado Costa
Legambiente

image

Leonardo Marotta
Esperto di valutazione di impatto ambientale

Il mare sorride da lontano. Denti di spuma, Labbra di cielo.
— Federico Garcia Lorca

Comunicazione

Video youtube

STELLE BLU DEL MEDITERRANEO (promo)

Video youtube

Rotte del Mediterraneo TV Program_ Promo

Video youtube

CANTINA LA PIANA CAPRAIA

Video youtube

Rotte del Mediterraneo

Video youtube

Cantina Migliaccio

Video youtube

MEDITERRANEO - Le isole del vino (PARMIGIANO REGGIANO)

Video youtube

Le isole del vino (BIRRIFICIO DELL'ELBA)

Video youtube

CANTINA SALLUSTI




I migliori 4Edizione 2015


Marina di Villasimius
1° Classificato edizione 2015

www.marinadivillasimius.it

Porto di Ancona
2° Classificato edizione 2015

www.autoritaportuale.ancona.it

Marina di Loano
3° Classificato edizione 2015

www.marinadiloano.it

Porto turistico di Ravenna
4° Classificato edizione 2015

www.marinara.it

Comunicato stampa del 9/6/2015

Lo scorso 5 giugno, si è svolta a Milano, precisamente nella Sala dei 100 in Expo, la cerimonia di premiazione dei porti virtuosi d’Italia che hanno aderito al progetto ‘Cobat e il Mare’, promosso da Leonardo Multimedia e in collaborazione con il consorzio Cobat e Legambiente.
Una giuria scientifica composta da Leonardo Marotta, Jacopo Aguzzi, Corrado Costa, Legambiente e presieduta da Enzo Biassoni ha decretato vincitore il porto di Villasimius (Sardegna). A rappresentare il porto di Villasimius, nella Sala dei Cento, al momento della premiazione, erano presenti Renato Marconi, amministratore delegato Marinedi, Amedeo Ferrigno, direttore Marina di Villasimius e Paolo Casertano.
“Amo il mare ed è necessario tutelarlo. I porti turistici d’Italia posso e devono migliorarsi nel rispetto della costa, e anche dei turisti”, dice Enzo Biassoni direttore di Leonardo Multimedia e responsabile di quest’iniziativa in collaborazione con Cobat. “L'eccellenza che Cobat ha dimostrato in questi 25 anni di gestione dei rifiuti tecnologici è al servizio di tutte le istituzioni e le imprese che vogliono uno sviluppo sostenibile del Paese. Oggi all'Expo abbiamo premiato la Marina di Villasimius, che ha dimostrato con il suo impegno e professionalità di avere tutte le carte in regola per perseguire, in un settore importante per turismo come i porti, un percorso virtuoso”, ha aggiunto Giancarlo Morandi presidente del consorzio Cobat.
Il progetto ha tenuto conto di 100 porti turistici d’Italia, che sono stati esaminati e valutati al fine di riscontrare la loro virtuosità sia per quel che riguarda la gestione e lo smaltimento dei rifiuti, ma anche per i servizi riservati ai turisti all’interno della struttura portuale.
Qui di seguito è stata stilata una classifica dei primi 20 porti virtuosi d’Italia:

1. Villasimius
2. Ancona
3. Loano
4. Ravenna
5. Marina di Portisco
6. Senigallia
7. Marina di Pescara
8. Marina di Scarlino
9. Marina di Punta Ala
10. Rosignano
11. Portorotondo
12. Mirabello
13. Ostia
14. Alassio
15.Marina Aregai
16. Marinagri
17. Andora
18. Marina di San Giusto
19. Ischia
20. Santa Teresa di Gallura

Durante la conferenza stampa è emerso che il progetto ‘Cobat e il Mare’ continuerà nei prossimi anni con l’impegno di registrare i miglioramenti delle realtà portuali già prese in esame. Lo scopo è appunto quest’ultimo: incentivare la crescita e lo sviluppo dei porti con il sostegno del Consorzio Cobat e Legambiente e con l’ausilio di nuove idee e progetti che coinvolgeranno anche studenti e ricercatori delle università italiane. Ricordiamo che ‘Cobat e il Mare’ è l’unico progetto italiano indirizzato alla sostenibilità ecologica dei porti turistici italiani.




Sponsor, Amici ePartners

lalibreriadiviasulis
ortolarocca
Comune di Santa Teresa Di Gallura
Turismo Santa Teresa di Gallura
Ristorante Azzurra - Santa Teresa di Gallura
Cooperativa Maricoltura e Ricerca - Capraia
Casale San Giorgio - Aprilia

OLIO Ponentino, premiato:
- Prix Gourmet Argent - AVPA / Parigi
- Terzo posto - Orciolo d'Oro Colli Malatestiani

OLIO Maestrale, premiato :
- Prix Gourmet - AVPA / Parigi
- Gran Menzione - Sol d'oro / Verona
- Distinzione - Orciolo d'oro Colli Malatestiani

Macro Srls
Verrigni - Antico pastificio Rosetano
Cantina Giba
Ristorante La Fortezza
Poggio al picchio
Olio Extravergine di Oliva
Hilde Soliani Profumi
empty
Google Google